Commercialisti e consulenti fiscali, “colleghi”​ dei poliziotti nella lotta ad evasione e corruzione.

Negli ultimi 5 anni infatti si e’ visto un considerevole incremento di “reati fiscali”.

Si parla addirittura di 70 gravi casi di corruzione dietro segnalazione dei Commercialisti e degli Esperti Contabili. Di questi, solo 7 sono stati realmente indagati dal PM e dalla FIOD (Fiscale inlichtingen- en opsporingsdienst) ovvero il Servizio di informazione e investigazione fiscale olandese.

E’ di qualche giorno fa la notizia di una incursione della FIOD presso un fornitore olandese di strumenti medicali sospettato di corrompere i medici. Anche in questo caso la segnalazione arriva dai commercialisti.

Le soffiate arrivate alla FIU (Financial Intelligence Unit – Nederland) sono circa 1100 nell’ultimo periodo. Di queste, dopo una prima analisi, solo un certo numero vengono effettivamente segnalate ai servizi investigativi come sospette.

Dal 2011 ad oggi ad esempio, di 1300 segnalazioni solo 70 sono stati i reali casi oggetto di indagine. In 63 casi non c’e’ stata alcuna ulteriore investigazione penale. Alcuni di essi erano tangenti.

Queste cifre dimostrano come, e’ errato pensare che i commercialisti o esperti contabili siano poco inclini a collaborare con FIOD, FIU e OM (Openbaar Ministerie).

Anzi, negli ultimi tempi, si assiste ad una sempre piu’ stretta sinergia tra i professionisti del settore e gli organi governativi deputati al controllo e all’investigazione.

L’obiettivo del Centro anti-corruzione e’ di cercare di costruire lo stesso tipo di cooperazione con altri professionisti operanti nel settore finanziario quali ad esempio consulenti fiscali, banche, notai e coloro che operano nel settore fiduciario.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *